filosofia

Un cuore antico si sposa con la tecnologia e i trend del momento per dare vita ad una qualità senza tempo.
Mantenendo fede alla tradizione artigianale del territorio e ad uno spirito imprenditoriale estremamente dinamico, MM Lampadari fonde assieme passato, presente e futuro, proponendo lampade dallo stile intramontabile, design sperimentali fortemente contemporanei, pezzi fuori-serie e preziose creazioni su misura.
Passione per il proprio lavoro, competenza tecnologica, empatia con il cliente e con i propri collaboratori, visione internazionale sono da sempre i principi che hanno accompagnato l’evoluzione dell’azienda e l’hanno resa interprete d’eccellenza del Made in Italy.

storia

1966

Nasce come azienda artigianale nel 1966 a Quero, in provincia di Belluno, unendo le competenze nella lavorazione del ferro battuto di Antonio Miotto con l’esperienza nel settore meccanico di Tullio Mazzocco. Dal cognome dei fondatori deriva il nome MM Lampadari. L’azienda lavora come terzista e per grosse esposizioni italiane.

1968

Dall’originario piccolo scantinato l’azienda si sposta nel primo stabilimento, costruito su una collinetta con vista vallata, dando lavoro in pochi anni ad un centinaio di dipendenti.
A marzo viene assunta anche Lenzia Mondin, all’età di 18 anni, con mansioni di segreteria e contabilità.

1969

L’azienda ottiene un incremento economico molto importante, tanto da ricevere il riconoscimento della Medaglia d’Oro dalla Camera di Commercio di Belluno.

1973

MM Lampadari viene premiata dal governo con l’Oscar dell’Arredamento all’Hotel Cavalieri Hilton di Roma.
Il primo bilancio ufficiale conferma che, dopo soli 7 anni di attività, l’azienda ha prodotto più di 2.000 pezzi alla velocità vertiginosa di circa un modello al giorno, utilizzando ferro battuto, vetro e ceramica.
Iniziano le collaborazioni e le grosse forniture all’estero.

1982

La produzione viene trasferita dalla provincia di Belluno a Cavaso del Tomba (Treviso) ed MM Lampadari è la prima azienda ad instaurarsi sui colli del Canova. Nello stesso anno Lenzia Mondin diventa amministratore unico e dà nuovo slancio ai rapporti con il mercato estero.

1984

Lenzia Mondin, Amministratore di MM Lampadari, riceve il premio Fleuroart ’84.

1994

L’azienda si trasferisce a Pederobba, dove tutt’ora ha sede, sviluppando una produzione che va dai lampadari fiorentini, policromi e in ceramica ai lampadari in ottone, con elementi vegetali e vetro di murano, aprendosi anche allo stile liberty e all’arte povera.

1996

Viene lanciata la prima edizione del concorso europeo per la creazione di lampade in ferro battuto e vetro, con l’obiettivo di sostenere i giovani talenti nell’ambito del design e dell’illuminazione.

2013

In occasione della partecipazione alla Fiera Euroluce di Milano viene presentata la nuova immagine per la linea produttiva contemporanea, che si affianca a quella classica con l’intento di avvicinarsi al mondo del design e dell’architettura.

1969

logo_1969

1990

logo_1990

2015

logo_2015

Lenzia Mondin

“Nella mia concezione, il vero Made in Italy è interamente realizzato in Italia, con fornitori del territorio e garanzia di certificazioni e qualità eccellente”.

“L’innovazione e il design devono riuscire ad incontrare la storia e il “saper-fare” artigianale in maniera efficace. L’antica usanza della lavorazione dei metalli e quella del vetro soffiato, ad esempio, hanno un valore inestimabile e vanno conservate nel rispetto delle tradizioni soprattutto nell’ottica di offrire al cliente la possibilità di avere prodotti unici. Tutto questo oggi deve mescolarsi alle nuove tecnologie, come l’illuminazione a led e le normative di risparmio energetico, e con il gusto del design contemporaneo che solo i più esperti e apprezzati designer possono donare a ciascun progetto”.

Nicoletta Mondin

“Da oltre 50 anni lavoriamo con passione, avvalendoci di persone che sanno fare bene il proprio lavoro. I metalli vengono lavorati direttamente in azienda e anche tramite dei partner con cui abbiamo una relazione molto importante e un rapporto duraturo nel tempo: ci riferiamo ad esempio al vetro di Murano e alle ceramiche di Nove”.

“Ci riteniamo degli artigiani evoluti: siamo un’azienda artigiana e non dei semplici artigiani. All’interno abbiamo un reparto produttivo che è altamente specializzato anche a livello di tecnologie e un ufficio tecnico che fa da consulente per i nostri clienti: una consulenza che parte dall’applicazione tecnica della lampada e arriva fino all’installazione. Quindi, possiamo dire che siamo con il cliente dall’inizio fino alla fine”.

In MM Lampadari lo spirito di squadra e il valore delle persone sono sempre stati delle costanti della storia aziendale.
Ancora oggi, la presenza di collaboratori coesi contribuisce al successo di ogni progetto e rafforza la volontà di espansione e innovazione della dirigenza.